Territorio e Tipicità

photo-1533959679641-8ce0d2962284

• Territorio e Tipicità

Il paniere proposto da Origo possiede le caratteristiche richieste dalla legge per poter essere considerato “made in Italy”. Si tratta infatti di specialità realizzate sul territorio nazionale che, addirittura, in certi casi vedono svilupparsi tutta la loro filiera (da ogni singolo ingrediente al prodotto finito) in zone ben delimitate. Esse esprimono la sorprendente varietà ambientale e culturale che rende l’Italia un luogo unico al mondo anche dal punto di vista gastronomico e ha propiziato nel corso dei millenni il fiorire di una miriade di piatti e prodotti.

 

Per alcuni prodotti il “legame” con un determinato territorio si fonda sulla circostanza che essi derivano da un processo svoltosi in quel luogo a partire da ingredienti la cui provenienza (non per moderne esigenze di mercato ma da sempre) non risulta necessariamente locale, e ciononostante non si è mai dubitato della capacità di tali specialità rappresentare quell’area perché si sa che proprio lì è diffuso il “saper fare” e sussistono le condizioni ambientali che ne determinano le caratteristiche, a prescindere dall’origine geografica degli ingredienti (si pensi, ad esempio, alla maggior parte dei dolci tradizionali).
Accanto a questi vi sono però prodotti la cui stessa storia (e talvolta la legge) esige che la localizzazione nell’ambito di una specifica zona riguardi non solo la fase della “elaborazione” ma anche la provenienza delle materie prime, perché solo così (e non limitandosi a lavorare in quel luogo ingredienti provenienti da qualsiasi zona) si ottengono i risultati in termini organolettici che ci si aspetta di riscontrare.
Nell’uno e nell’altro caso si tratta comunque di specialità “tipiche”, cioè legate ai rispettivi territori di provenienza non solo da vincoli di natura “culturale” (rappresentano, infatti, il risultato di secolari conoscenze e tradizioni stratificatesi nelle zone d’origine) ma anche in virtù di fattori “produttivi” (essendo realizzate appunto in quelle aree, spesso con ingredienti derivanti dai medesimi luoghi o comunque da ambiti spaziali ben delimitati).

I “VALORI” Dei prodotti selezionati e raccomandati da Origo

I “valori” presenti nei prodotti selezionati e raccomandati da Origo sono “ulteriori” rispetto alla loro “qualità organolettica”, cioè al “pregio sensoriale” che li contraddistingue in termini di aspetto, sapore, profumo, consistenza, ecc. ecc..

Tali caratteristiche, infatti, risultano inevitabilmente oggetto di giudizi in buona parte soggettivi e quindi non appare opportuno fondare esclusivamente o anche solo prevalentemente su di esse la comunicazione dei “motivi” che dovrebbero indurre all’acquisto.
Appare dunque preferibile accentuare altri fattori, capaci di rimandare a “ragioni” di diversa natura e in grado di ispirare la scelta di una tipologia di consumatore animata dal desiderio di riscontrare valori che vadano al di là della semplice “gradevolezza” del prodotto.
Tali “ragioni”, a loro volta, si possono sintetizzare in una sorta di “magna carta” quale la seguente, che (previo opportuno adattamento) potrebbe essere spesa nella comunicazione dell’offerta.
photo-1532009877282-3340270e0529 (1)

Chi Siamo


Origo nasce nel 2019 su impulso di un gruppo di professionisti attivi in diversi settori della vita economica e culturale, in particolare nel comparto agroalimentare, animati dall’intento di selezionare e proporre un paniere di prodotti in cui risultino riscontrabili una serie di…
Chi Siamo (2)

Tradizione


Origo ritiene che la tecnologia e le moderne conoscenze non siano “nemiche” della tradizione ma anzi, se ben utilizzate, possano rappresentare strumenti utili a tramandarla e nel contempo ad aggiornarla alle esigenze del consumatore contemporaneo , senza per questo…

noah-buscher-x8ZStukS2PM-unsplash

Sostenibilità


Le preferenze alimentari espresse dai consumatori rappresentano un’indicazione che le aziende intenzionate a posizionarsi in modo efficace sul mercato non possono ignorare e tra i “segnali” che si manifestano in modo sempre più inequivocabile va annoverato il crescente…

X